Storia

La storia della nostra associazione comincia nel 1991. Dopo aver partecipato ai primi survey nei mari italiani condotti dall’Istituto Tethys in collaborazione con l’associazione velica I Venturieri, Barbara Mussi, armatrice dello schooner Barbarian, decide di fare dell’isola d’Ischia la sua base per intraprendere uno studio sui cetacei nelle isole degli arcipelaghi Pontino e Campano. L’area non era mai stata oggetto di una ricerca sistematica sui mammiferi marini, ma era stata notata per la sua particolare biodiversità. 

La ricerca è iniziata con una raccolta dati che ha coinvolto traghetti, cargo, pescherecci e motovedette della Guardia Costiera e della Finanza. I dati sono stati discontinui, ma hanno confermato la presenza invernale dei cetacei nell’area di studio.

Contemporaneamente sotto la guida del comandante Angelo Miragliuolo sono cominciati i monitoraggi in mare utilizzando Barbarian, attrezzata dal 1995 con di un sistema di idrofoni. 

I primi anni di osservazioni hanno permesso di stabilire la ricca varietà di cetacei nell’area di studio, confermando la presenza di sette specie diverse (Mussi et al., 1998). Nel 1997 è cominciato nelle acque di Ischia lo studio della popolazione locale del raro delfino comune (Delphinus delphis).

Nel dicembre 1999, l’affondamento di Barbarian, a causa di una violenta tempesta che ha distrutto l’intero porto, ha causato un brusco arresto del progetto, che ha subito anche la perdita dei dati e della strumentazione di bordo.

DELPHIS

Nel marzo 2000, Angelo Miragliuolo e Barbara Mussi sono riusciti ad acquistare una nuova barca a vela, Jean Gab, per rinnovarla e attrezzarla per la ricerca.

L’anno successivo, grazie alla forte motivazione di Katia Massaro, che ha abbracciato la causa del progetto, è stata fondata Delphis Mediterranean Dolphin Conservation, un’organizzazione no-profit dedicata alla conservazione dei cetacei attraverso la ricerca e la divulgazione.

Delphis ha sostenuto lo studio negli anni ed è riuscita a diffondere la missione sul territorio, attraverso la creazione di un Museo dei Cetacei ed eventi di educazione come l’annuale Festa del Delfino.

Oceanomare Delphis Onlus

Condividendo visioni, azioni e persone coinvolte, Delphis MDC e Oceanomare, hanno deciso nel 2010 di unire le forze e di creare una nuova, più grande organizzazione. E’ nata così Oceanomare-Delphis Onlus (ODO), un ente non-profit che opera per lo studio e la tutela dei cetacei e degli ecosistemi in cui abitano, grazie ad azioni di conoscenza, conservazione e informazione.

Crediamo sia necessario mettere insieme idee, competenze ed esperienze per realizzare obiettivi comuni; solo così saremo in grado di affrontare le sfide presenti e future che riguardano la conoscenza e la conservazione dei cetacei.