Barbara Mussi

barbaramussi

Barbaraè nata a Milano l’8 giugno 1964. Musicista e ricercatore, comincia a navigare nel 1987 diventando un istruttore di vela d’altura dell’associazione i Venturieri, con cui collabora fino al 1990. Si avvicina all’osservazione dei cetacei nel 1988 durante le prime campagne di monitoraggio cetacei nei mari italiani condotte dall’ istituto Tethys. Nel periodo 1988-1991 partecipa alla campagna per balenottera comune in Mar Ligure ed ai survey acustici in Corsica, organizzati dal Dott. Jonathan Gordon di IFAW (International Found for Animal Welfare) in collaborazione con l’istituto Tethys. Nel 1991 fonda Ischia Dolphin Project, uno studio a lungo termine sui cetacei nelle acque delle isole di Ischia e Ventotene, che anche oggi dirige conducendo ricerche sull’ecologia, il comportamento e l’acustica dei cetacei del Mediterraneo. Dal 1994 al 2001 collabora con il WWF Italia organizzando e gestendo il campo velico di ricerca naturalistica sui cetacei. Dal 1998 al 2005 coopera con il Dipartimento di Scienze della terra dell’Università Federico II di Napoli nello studio della geomorfologia del canyon di Cuma e con il Laboratorio di Ecologia del Benthos di Ischia (SZN) per lo studio della fauna pelagica e delle interazioni con la pesca nell’area delle isole di Ischia, Procida e Vivara. Nel periodo 2000-2002 cura le lezioni sui mammiferi marini nel corso di zoologia della facoltà di Scienze Ambientali dell’Istituto Universitario Navale di Napoli. Nel 2001 fonda Delphis, Mediterranean Dolphin Conservation, associazione non profit dedicata in particolare alla conservazione di delfino comune in Mediterraneo. Dal 2004 al 2007 ha coordinato il monitoraggio delle reti pelagiche derivanti da pescespada nelle acque di Ischia e Ventotene in collaborazione con Human Society, Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals, Whale and Dolphin Conservation Society. Nel periodo 2005-2010 collabora come tecnico in ENEA, UT-APRAD, Laboratorio Sorgenti di Radiazioni, per l'acustica e il comportamento. Dal 2010, dopo la fusione tra Delphis e Oceanomare, è prima Segretario, poi Vice Presidente di Oceanomare Delphis Onlus, una associazione non profit che opera nel settore dello studio e della conservazione dei cetacei del Mediterraneo. Nel periodo 2012-2014 partecipa all’analisi acustica del rumore subacqueo prodotto durante i lavori di rimozione del relitto della Costa Concordia presso l’Isola del Giglio sotto la supervisione dell’ing. Massimo Azzali. È impegnata in numerose attività didattiche sui cetacei, lezioni nelle scuole dell’obbligo e nelle Università, seminari di laboratorio alla Stazione Zoologica. Ha collaborato con le Università italiane di Trieste, Torino, e Napoli per la supervisione e il coordinamento di tesi di laurea sui cetacei. E’ autore di presentazioni e pubblicazioni scientifiche e divulgative, nazionali ed internazionali. Ha conseguito il diploma di Pianoforte Principale, Armonia complementare  e Storia della Musica presso il Conservatorio statale di Musica “A.Pedrollo” di Vicenza.