• Ischia Dolphin Project

  • Delfini Capitolini

  • MMO e monitoraggio

  • Capodoglio

  • Delfino Comune

> <
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Progetti e Attività

  • Ischia Dolphin Project
  • Delfini Capitolini

Naviga con noi!

 

Partecipa a Ischia Dolphin Project per incontrare balene e delfini in mare

Dal 1991, sette specie di cetacei, spedizioni settimanali da Maggio a Settembre

Non è richiesta alcuna preparazione specifica per partecipare, solo spirito di adattamento e tanto entusiasmo. La quota versata per partecipare ai campi è interamente utilizzata per coprire le spese del progetto. Il tuo contributo ci aiuta a sostenere le nostre attività di studio e conservazione.

PRENOTA SUBITO!   

DC05

Delfini Capitolini, il programma di ricerca dei cetacei che abitano il litorale romano nel tratto di mare prospicente Fiumicino, Ostia e Torvaianica, inclusa l’Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno tra giugno e dicembre 2015 ha prodotto risultati rilevanti, permettendo ai ricercatori di foto-identificare circa 90 individui di tursiope (Tursiops truncatus).
Nel mare di Roma, a meno di cinque miglia dalla costa, abbiamo un luogo sommerso di straordinaria biodiversità, l’area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno, che ospita nei suoi fondali innumerevoli specie animali e vegetali e rappresenta un’area di alimentazione, socializzazione e riproduzione per il tursiope.

DC06

La presenza e lo studio dei delfini nelle acque romane e la collaborazione con l’Ente Roma Natura che gestisce le Secche rappresenta un virtuoso esempio di integrazione tra azioni di tutela e attività di conoscenza, a beneficio del patrimonio biologico dei nostri mari.
Delfini Capitolini conta dell’importante collaborazione del Capitaneria di Porto di Roma, nella persona del Comandante Fabrizio Ratto Vaquer.

 

MMO e monitoraggio

MMO banner

 

MARINE MAMMAL OBSERVERS:

A causa della crescente preoccupazione per gli effetti nocivi che gli elevati livelli di rumore immessi nell’ambiente marino provocano in particolare sui cetacei, sono state introdotte normative di monitoraggio specifiche nel tentativo di ridurre al minimo gli impatti negativi.

Anche grazie a nuove normative, sempre più frequentemente l'industria (petrolifera, ma non solo) – in casi di indagini sismiche, uso di esplosivi, scavi, esercitazioni militari, mappatura dei fondali marini e opere di dragaggio – deve attuare 'best practice' di impegno ambientale, coinvolgendo Marine Mammal Observers (MMO) e/o operatori PAM (Passive Acoustic Monitoring) come osservatori indipendenti.

Il Marine Mammal Observer e gli operatori PAM sono professionisti qualificati, esperti nel riconoscimento dei mammiferi marini e dei segnali acustici prodotti da queste specie, responsabili dell'attuazione di opportune misure di mitigazione per proteggere gli animali durante le attività in mare che generano rumore o disturbo.

Il ruolo principale di un Marine Mammal Observer è quello di raccogliere dati sulla presenza di cetacei nella zona dei lavori, per tutta la durata degli stessi, con tecniche visive e acustiche (con utilizzo di idrofoni) e di attuare misure di mitigazione in tempo reale dei potenziali impatti del rumore (o del disturbo in generale) sulle specie presenti


IL CORSO MMO

 

Youtube