• Ischia Dolphin Project

  • Delfini Capitolini

  • Capodoglio

  • Delfino Comune

> <
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Progetti e Attività

  • Ischia Dolphin Project
  • Delfini Capitolini
  • CORSO ACCOBAMS MMO/PAM

Naviga con noi!

 

Partecipa a Ischia Dolphin Project per incontrare balene e delfini in mare

Dal 1991, sette specie di cetacei, spedizioni settimanali da Maggio a Settembre

Non è richiesta alcuna preparazione specifica per partecipare, solo spirito di adattamento e tanto entusiasmo. La quota versata per partecipare ai campi è interamente utilizzata per coprire le spese del progetto. Il tuo contributo ci aiuta a sostenere le nostre attività di studio e conservazione.

PRENOTA SUBITO!   

DC05

Delfini Capitolini, il programma di ricerca dei cetacei che abitano il litorale romano nel tratto di mare prospicente Fiumicino, Ostia e Torvaianica, inclusa l’Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno tra giugno e dicembre 2015 ha prodotto risultati rilevanti, permettendo ai ricercatori di foto-identificare circa 90 individui di tursiope (Tursiops truncatus).
Nel mare di Roma, a meno di cinque miglia dalla costa, abbiamo un luogo sommerso di straordinaria biodiversità, l’area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno, che ospita nei suoi fondali innumerevoli specie animali e vegetali e rappresenta un’area di alimentazione, socializzazione e riproduzione per il tursiope.

DC06

La presenza e lo studio dei delfini nelle acque romane e la collaborazione con l’Ente Roma Natura che gestisce le Secche rappresenta un virtuoso esempio di integrazione tra azioni di tutela e attività di conoscenza, a beneficio del patrimonio biologico dei nostri mari.
Delfini Capitolini conta dell’importante collaborazione del Capitaneria di Porto di Roma, nella persona del Comandante Fabrizio Ratto Vaquer.

 

ACCOBAMS

Oceanomare Delphis Onlus e CIBRA (Centro Interdisciplinare di Bioacustica e Ricerca Ambientale), nell'ambito dell'accordo siglato con ACCOBAMS (Accordo per la Conservazione dei Cetacei nel Mar Nero, nel Mar Mediterraneo e nell'area contigua dell'Atlantico), organizzano un nuovo corso di formazione per qualificare i ricercatori come Osservatori di Mammiferi Marini e operatori di sistemi di Monitoraggio Acustico Passivo.

Quando: dal 23 al 28 settembre 2019

Dove: Albergo della Regina Isabella, Lacco Ameno, Isola d'Ischia (Italia)

Per ulteriori informazioni o per iscriversi inviare un'e-mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

READ MORE

Capodoglio

Nel 2012, la popolazione Mediterranea di capodoglio (Physeter macrocephalus) è stata listata come endangered nella lista rossa dell'IUCN, a causa del declino numerico della popolazione e soprattutto a causa dell’esiguo numero di individui maturi

capodoglio 02

capodoglio 04

La presenza di capodoglio nell’area di studio è stata monitorata dal 1991. Dal 2004, grazie alla messa a punto del sistema di rilevamento acustico dell’IFAW, il numero di avvistamenti è aumentato notevolmente.

La residenza di capodoglio e i suoi movimenti nell’area di studio sono stati studiati regolarmente attraverso i dati di foto-identificazione raccolti in un periodo di 8 anni (2003–2010).

In totale sono stati foto-identificati 71 individui sulla base dei marchi naturali presenti sulla pinna caudale. Il tasso di reclutamento di individui di capodoglio nel catalogo di foto-identidicazione varia irregolarmente negli anni, a suggerire che le acque di Ischia rappresentino solo una parte dell’home range della popolazione e che l’area sia sfruttata da differenti gruppi, e che il numero di esemplari da catalogare sia ancora ampio.

I dati confermano la presenza di gruppi di maschi immaturi, supportando l’ipotesi che quest’area sia rilevante per tutte le classi di età della specie, con gruppi composti da femmine e immature, maschi solitari e gruppi di giovani maschi.

E’ infine rilevante che si sia documentata un’associazione stabile nel tempo tra giovani maschi. Questo tipo di associazione è poco conosciuta ed in precedenza non era stato possibile documentare associazioni stabili tra i maschi immaturi. L’associazione da noi documentata negli anni suggerisce che la struttura sociale dei gruppi di maschi non riproduttivi possa riflettere quella delle femmine, in termini di complessità e relazioni a lungo termine tra gli individui.

capodoglio01

Monitorare la struttura sociale e lo stato della popolazione di capodoglio nell’area diviene di conseguenza importante per la conservazione della specie nel Mediterraneo; una sfida per la protezione del capodoglio è rappresentata dalla proposta di allargamento dell’Area Marina Protetta di Ischia in un SIC (Sito di Importanza Comunitaria) che includa l’intero sistema del canyon di Cuma e l’habitat critico della specie.