• Campi studio IDP

  • Workshop Delfino comune

  • Delfini Capitolini

  • Capodoglio

> <
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Progetti e Attività

  • Delfini Capitolini
  • Ischia Dolphin Project
DC05

Delfini Capitolini, il programma di ricerca dei cetacei che abitano il litorale romano nel tratto di mare prospicente Fiumicino, Ostia e Torvaianica, inclusa l’Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno tra giugno e dicembre 2015 ha prodotto risultati rilevanti, permettendo ai ricercatori di foto-identificare circa 90 individui di tursiope (Tursiops truncatus).
Nel mare di Roma, a meno di cinque miglia dalla costa, abbiamo un luogo sommerso di straordinaria biodiversità, l’area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno, che ospita nei suoi fondali innumerevoli specie animali e vegetali e rappresenta un’area di alimentazione, socializzazione e riproduzione per il tursiope.

DC06

La presenza e lo studio dei delfini nelle acque romane e la collaborazione con l’Ente Roma Natura che gestisce le Secche rappresenta un virtuoso esempio di integrazione tra azioni di tutela e attività di conoscenza, a beneficio del patrimonio biologico dei nostri mari.
Delfini Capitolini conta dell’importante collaborazione del Capitaneria di Porto di Roma, nella persona del Comandante Fabrizio Ratto Vaquer.

 
IMG 6510

Lo studio a lungo termine di Ischia Dolphin Project è finanziato con il contributo dei partecipanti.

Non è richiesta alcuna preparazione specifica, o esperienza precedente, né in campo scientifico né in quello nautico: occorre solo spirito di adattamento e tanto entusiasmo.

La quota versata per partecipare ai campi sarà interamente utilizzata per coprire le spese del progetto. Il vostro contributo rappresenta un elemento essenziale per sostenere le attività di studio e conservazione di ODO.

Leggete Jean Gab's Diary, il blog di IDP.

Pm 02
Dal 1997 la ricerca si è focalizzata sul sistema di canyon sottomarini di Cuma, situato a nord ovest dell’isola d’Ischia. I canyon sottomarini giocano un importante ruolo negli eventi biologici e sono spesso delle aree di alta diversità di specie per via delle loro caratteristiche oceanografiche. La presenza in una piccola area di sette specie di cetacei conferisce a questo progetto di ricerca un'occasione unica per studiarne e compararne l'ecologia comportamentale.
 

Capodoglio

Nel 2012, la popolazione Mediterranea di capodoglio (Physeter macrocephalus) è stata listata come endangered nella lista rossa dell'IUCN, a causa del declino numerico della popolazione e soprattutto a causa dell’esiguo numero di individui maturi

capodoglio 02

capodoglio 04

La presenza di capodoglio nell’area di studio è stata monitorata dal 1991. Dal 2004, grazie alla messa a punto del sistema di rilevamento acustico dell’IFAW, il numero di avvistamenti è aumentato notevolmente.

La residenza di capodoglio e i suoi movimenti nell’area di studio sono stati studiati regolarmente attraverso i dati di foto-identificazione raccolti in un periodo di 8 anni (2003–2010).

In totale sono stati foto-identificati 71 individui sulla base dei marchi naturali presenti sulla pinna caudale. Il tasso di reclutamento di individui di capodoglio nel catalogo di foto-identidicazione varia irregolarmente negli anni, a suggerire che le acque di Ischia rappresentino solo una parte dell’home range della popolazione e che l’area sia sfruttata da differenti gruppi, e che il numero di esemplari da catalogare sia ancora ampio.

I dati confermano la presenza di gruppi di maschi immaturi, supportando l’ipotesi che quest’area sia rilevante per tutte le classi di età della specie, con gruppi composti da femmine e immature, maschi solitari e gruppi di giovani maschi.

E’ infine rilevante che si sia documentata un’associazione stabile nel tempo tra giovani maschi. Questo tipo di associazione è poco conosciuta ed in precedenza non era stato possibile documentare associazioni stabili tra i maschi immaturi. L’associazione da noi documentata negli anni suggerisce che la struttura sociale dei gruppi di maschi non riproduttivi possa riflettere quella delle femmine, in termini di complessità e relazioni a lungo termine tra gli individui.

capodoglio01

Monitorare la struttura sociale e lo stato della popolazione di capodoglio nell’area diviene di conseguenza importante per la conservazione della specie nel Mediterraneo; una sfida per la protezione del capodoglio è rappresentata dalla proposta di allargamento dell’Area Marina Protetta di Ischia in un SIC (Sito di Importanza Comunitaria) che includa l’intero sistema del canyon di Cuma e l’habitat critico della specie.