MMO/PAM ACCOBAMS School

cnr eni 011Lo scorso novembre, gli Stati firmatari ACCOBAMS – Accordo per la Conservazione dei Cetacei nel Mediterraneo, Mar Nero e aree contigue dell’Atlantico – hanno approvato un’importante Risoluzione che istituisce la Scuola Internazionale di Accobams per Marine Mammal Observers (MMO) e Passive Acoustic Monitoring (PAM) nelle aree dell’Accordo.

A seguito della crescente preoccupazione a livello mondiale per gli effetti nocivi del rumore di origine antropica immesso nell’ambiente marino (traffico navale, indagini sismiche, esercitazioni militari, mappatura dei fondali marini, ecc..) su numerosi organismi (tra cui i cetacei, particolarmente sensibili all’inquinamento acustico) sono state introdotte particolari misure per ridurre al minimo tali impatti.  

A questo proposito sono attivi ormai da alcuni anni gli operatori MMO e PAM, figure professionali responsabili di monitorare, con tecniche visive e acustiche, i mammiferi marini in prossimità delle sorgenti di rumore e di attuare, ove necessario, opportune misure di mitigazione in tempo reale.

La Risoluzione introduce la novità di una certificazione di qualità per MMO/PAM nell’area Accobams e costituisce una scuola che avrà il compito di definire i contenuti formativi e di aggiornarli contestualmente a nuove evidenze scientifiche, accreditare i futuri enti formatori nei diversi Paesi aderenti Accobams, e certificare gli operatori.

La Risoluzione inoltre definisce il ruolo dell’MMO Working Group (WG), un team internazionale di esperti che opera per supervisionare e monitorare i percorsi formativi e i processi di certificazione. Attualmente, il WG è impegnato nella fase finale di definizione dei contenuti del training per operatori MMO/PAM e di identificazione del pool di specialisti a supporto del WG.

Dal mese di gennaio 2017, Oceanomare Delphis Onlus è membro attivo dell’MMO WG di Accobams, grazie alla significativa competenza maturata ‘sul campo’ con i progetti di monitoraggio del rumore e dei mammiferi marini durante il recupero del relitto della Costa Concordia e della costruzione di piattaforme offshore in Adriatico, e alla esperienza - in partnership con il Centro Interdisciplinare di Bioacustica e Ricerche Ambientali (CIBRA) dell’Università di Pavia - sullo sviluppo di linee guida e di piani di monitoraggio del rumore nelle acque italiane.

Il prossimo maggio, il certificato di qualità MMO/PAM di Accobams sarà presentato ufficialmente durante i lavori della 31esima Conferenza Annuale dell’European Cetacean Society in Danimarca.